Sblocco iCloud Sblocco iCloud

Cosa significa Sbloccare iCloud ed in cosa si differenzia con gli altri tipi di sblocco?

Molti di voi si chiederanno perché facciamo questo post per parlare delle differenze tra lo sblocco iCloud e lo sbloccare un iPhone di cui tutti sono a conoscenza, ed il motivo è che se lo facciamo, è perché la gran parte delle persone quando parlano di sblocco, non ha ben chiare quali siano le differenze.
Il motivo di questa “ignoranza” è che quando si acquista un iPhone, non sempre si ha la necessità di sbloccarlo, e quindi chi non è portato ad informarsi sulla materia, più difficilmente saprà di cosa si sta parlando, fino a quando non avrà qualche problema con il proprio iPhone.
Ed allora, ora cercheremo di essere il più chiari possibile e proveremo a spiegare le differenze tra uno Sblocco iCloud ed uno Sblocco iPhone.

Primo tipo: Sblocco iCloud

Questo tipo di sblocco è il più difficile da risolvere (anche se per fortuna non è impossibile). Si presenta quando si ha un iPhone che per accendersi del tutto, all’avvio richiede username e password iCloud. Fino a qui nulla di strano, sempre che si conoscano queste due informazioni. Il problema sorge nel caso in cui, per svariati motivi non si abbia la disponibilità di questi dati. A questo punto, gran parte delle persone inizia ad inserire dati “standard”, o prova a ricreare un nuovo username, o chiama la Apple per cercare in tutti i modi di sbloccare iCloud. Purtroppo è tutto inutile, infatti nessuno conosce o può fornire quelle informazioni, se non il proprietario dell’iPhone. Come è facile capire, questo tipo di problematica capita soprattutto a chi ha un iPhone di seconda mano, a chi lo acquista usato, o chi per strani motivi, ha perso la memoria.

Come fare quindi, per utilizzare questo iPhone bloccato con iCloud? Fare come le migliaia di persone che si trovano in questa situazione, andare su Google e cercare “Sblocco iCloud”, e tra i risultati trovare il nostro sito www.factory-unlock.net. Noi infatti al solo costo di 24 euro offriamo una soluzione completa ed affidabile, che ha un tasso di successo di oltre il 98%, che consente di eseguire senza problemi lo sblocco iCloud. Come detto, questo metodo funziona su quasi la totalità degli iPhone, e se avete qualche dubbio che quello che avete in mano non rientri tra questi, potete sempre eseguire un controllo del vostro IMEI a soli 9 euro.
Ad ogni modo, dopo lo sblocco vi basterà collegare l’iPhone ad iTunes procedere all’inserimento di un'altra email e password. Tutto qui, è più facile a dirsi che a farsi, e richiede solo 24/48 ore.

Secondo tipo: Sblocco iPhone

Ben diverso invece è il caso di chi si trovi nella condizione di dover sbloccare iPhone. Infatti, quando si parla di sbloccare iPhone si parla di sblocco operatore. L’operatore naturalmente è chi vi ha fornito la SIM del vostro iPhone, che però quando lo ha venduto ha deciso che voi non avreste potuto utilizzare il vostro iPhone con altri operatori suoi concorrenti. Si vi capisco, è un’ingiustizia, ma a differenza dello sblocco iCloud, è di gran lunga un problema minore. A chi si trova in questa situazione, gli è precluso il cambio di SIM, e questo problema è sentito soprattutto quando si viaggia all’estero, nel momento in cui si vorrebbe utilizzare un altro operatore per risparmiare sulle spese di roaming, oppure altro problema, non si potrebbe mai vendere il proprio iPhone al residente in un altro paese.

Fortunatamente abbiamo la soluzione, infatti come dicevamo sbloccare un iPhone è molto più semplice di sbloccare iCloud, e vi basterà inserire nel form di sblocco, il numero IMEI, il modello, ed attendere i tempi indicati. Se avete qualche dubbio su quale sia il vostro operatore e soprattutto se l’IMEI sia in blacklist, allora potete eseguire un check selezionando il servizio Network and Blacklist Control ed in meno di 24 ore ricevere la risposta. Dopodichè non vi resta che eseguire lo sblocco e godervi il vostro iPhone.

 

 

Come sbloccare iPhone